19Apr
2017

Vah Joo, un sorso di Toscana

Vaj_Joo_Europa_fronte.jpg

...

:

...

Grazie per aver scannerizzato il nostro codice QR. Proverò ad appagare la vostra curiosità.

Il nome Vah Joo va pronunciato “va giù” e significa esattamente quello che vi immaginate. Come si dice in Toscana: “più lo mandi giù, più ti tira su”!

Non vorrei tediarvi con noiose notazioni tecniche. Non è questo il punto. Ciò che è importante, è quanto questo vino ti abbia appagato e quanto tu desideri condividerlo con altri. Un’altra cosa significativa per me, è che tu hai fatto uno sforzo per saperne di più, per conoscere la storia di Vah Joo e per capire meglio perché ti ha sedotto.

Vah Joo è nato senza pretese, con semplicità. È il risultato di un assiduo lavoro in vigna e di una vinificazione mirata alla freschezza del frutto e alla bevibilità. In una parola, Vah Joo è un’espressione umile della ricca terra toscana.

Nessun pesticida, erbicida, lieviti artificiali né additivi o altri prodotti chimici sono stati usati per realizzarlo, se non una minima quantità di solfiti per garantirne la stabilità.

Questo vino nasce dalla natura: dalle piante, dal terreno e dal clima - gli elementi che hanno condizionano il lavoro degli uomini e delle donne che hanno portato questo vino sul vostro tavolo.

Consentitemi di cogliere l’occasione per chiedere la vostra opinione. Non esitate a condividere le vostre impressioni su Vah Joo con me. Sono curioso di sapere chi siete, da dove venite e cosa vi piace del mio vino, del nostro vino.

Max de Zarobe
Avignonesi
Toscana

P.S. Avete notato il ritratto del toro sull’etichetta?
Significa Vah Joo: niente cazzate. (bull shit = cacca di toro)